Bandi

CATA FVG – FINANZIAMENTI A FAVORE DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO, TRADIZIONALE E DELL’ABBIGLIAMENTO SU MISURA

Il CATA FVG ha riaperto i termini per la presentazione delle domande di contributo per l’annualità 2019, da parte

delle imprese artigiane. In particolare, saranno finanziabili per il 2019, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, anche l’artigianato artistico, tradizionale e dell’abbigliamento su misura.


BENEFICIARI

Microimprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all’Albo provinciale delle imprese artigiane, di cui all’articolo 13 della legge regionale 12/2002, come definiti dal D.P.Reg. 400/2002. I beneficiari al momento della domanda devono essere iscritti alla categoria delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’abbigliamento su misura. Il laboratorio deve trovarsi in un centro urbano (zona omogenea A o B).



INIZIATIVE FINANZIABILI

Promozione dell’artigianato artistico, tradizionale e dell’abbigliamento su misura nei centri urbani



SPESE AMMISSIBILI

  1. lavori di ammodernamento, ampliamento, ristrutturazione e straordinaria manutenzione di immobili adibiti o da adibire a laboratori;
  2. spese di progettazione, direzione lavori e collaudo per gli interventi di cui alla lettera a);
  3. acquisto di arredi da destinarsi ad uso dei laboratori di cui alla lettera a);
  4. acquisto di macchinari e attrezzature destinati o da destinarsi ad uso dei laboratori di cui alla lettera a), di importo unitario superiore a 50,00 euro al netto dell’IVA.

Le spese al primo punto sopra sono ammissibili alle seguenti condizioni:

  • che le strutture produttive e gli impianti, al momento della presentazione della domanda di incentivo siano di proprietà dell’impresa richiedente il contributo ovvero siano nella sua disponibilità mediante un contratto di durata almeno pari a quella del vincolo di destinazione;
  • che l’unità immobiliare, per gli immobili già adibiti a laboratorio, al momento della presentazione della domanda, sia in regola con le normative vigenti in materia urbanistica e che il richiedente risulti in possesso delle autorizzazioni per lo svolgimento dell’attività produttiva in essere.
    • appartenenti all’imprenditoria giovanile o femminile
    • localizzate nelle zone di svantaggio socio economico



INTENSITÀ DELL’AIUTO E LIMITI DI SPESA

 

L’intensità dell’aiuto è pari al 30% delle spese ammissibili. È elevata al 40% qualora sussista una delle seguenti condizioni, imprese artigiane:

  • appartenenti all’imprenditoria giovanile o femminile
  • localizzate nelle zone di svantaggio socio economico

 
Qualora all’impresa sia stato attribuito il rating di legalità dall’autorità Garante della concorrenza e mercato, l’intensità d’aiuto sarà aumentata di un ulteriore 5%.


importo MINIMO spesa ammissibile: 5.000,00 euro
importo MASSIMO spesa ammissibile: 75.000,00 euro.


Gli incentivi possono essere erogati in via anticipata, nella misura massima del 70%, previa presentazione di fideiussione bancaria o assicurativa di importo almeno pari alla somma da erogare maggiorata degli interessi, qualora l’importo dell’anticipazione sia pari o superiore a 10.000 euro.
Per ciascun anno solare è presentabile una sola domanda di contributo. L’iniziativa deve essere avviata in data successiva a quella di presentazione della domanda, pena l’inammissibilità a contributo.